Vacanze romane (lettera di un bambino nato)


Ahò!
Ciao a tutti,
sono un pupo di nemmeno due mesi che qualcuno scambia per un Arcangelo guerriero, altri per una tartaruga ninja eroica, qualcuno ancora per un pittore o scultore famoso… comunque sia, io ancora non ne conosco nessuno de ‘sti tizi.

Queste che elenco, sono le persone che ho conosciuto da drento e da fori, durante la mia “vacanza romana” (ormai terra d’adozione) e che voglio ringraziare per essere stati vicino ai miei genitori, aver condiviso paure e successi, e aver reso possibile la mia presenza in questo monno. Sono un arcobaleno variegato di: mamme e bambini in pancia, famiglie intorno a un lettino o in una sala d’aspetto, medici, infermieri, sacerdoti… hanno reso meno dure le nostre giornate, in luoghi difficili ma dove comunque si possono trovare: amicizia, calore e conforto, oltre che cure.

Maria e Maria Stella (Le tre Marie)
Antonella e Giulia (Le tre Marie)
Daniela e Zeno (Pigiama party)
Alessandra e Viola (Pigiama party)

Floriana e Francesco
Cristina e Alessandro Roberto
Alex, Sasha e Christian (Masha e Orso), Elisabetta…
Raffaella, Lucilla, Paola, Andrea…
Serena
Sandro

Lisa, Alfonso e Sara
Maria Rosaria, Arturo ed Elena
Laura, Alex e Luke
Luciano, Angela, Adriano, Anita, Andrea, Tiziana, Isabella, Roberta…

Daniele, Simone, Giovanna, Graziana, Arianna, Alessandro, Fabio, Martina, Virginia…
Luigi

… e tanti altri…

Naturalmente, voglio anche ringraziare chi da casa (o in giro per l’Italia) ha pregato per noi, si è dedicato ai du’ rigazzini o ha fatto la spola per venire a trovare la mamma o me nella capitale: parenti (la Baraonda e tutti), amici (Le tre Grazie e i quattro gatti de’ sto blog), monasteri vari… e ringrazio il papà e la mamma (ormai spompati… quanno s’aripijano?!) perché hanno da sempre creduto in me e nelle mie capacità de gueriero dar còre “tenero”, lottando con me. La strada è ancora lunga ma, tutti insieme, possiamo farcela.

In primis, però, voglio ringraziare Lei, chiamata la “Madonna del bambino”:

20160329_112917

O Maria, (…)

fermati vicino al letto dei nostri figli,

benedicili, proteggili e guariscili.

(…)

Al bambino che stringi al tuo seno chiedi,

come tu sola sai fare,

grazie e salute per tutti.

Benedici e illumina

quanti curano e assistono i nostri piccoli.

Madre Santa, 

aiutaci a tornare presto a casa

dove non dimenticheremo il tuo amore per noi 

e loderemo per sempre la tua misericordia.

Lei mi ha portato in braccio quando la mia mamma (le ha fatto du’ scatole!) non poteva, assieme a Suo figlio e a tutti i bambini sofferenti in quell’ospedale…

Firmato: un bambino nato

27 pensieri su “Vacanze romane (lettera di un bambino nato)”

  1. Aver fatto parte della vostra vita tua e di Michelangelo è stato speciale .
    Vi madiamo un bacio grande io e Giulia
    Nei nostri cuori
    X Sempre

    1. We, weeee! Amiche!
      Anzi, Giulia è stata la mia prima fidanzata, dalla pancia!
      Anche per noi, aver condiviso certe cose (la stanza, i ricoveri, i cornetti 🙂 ) e soprattutto emozioni (anche abbracci alle lacrime) è stato speciale… ma voi fate ancora parte della nostra vita, oggi e sempre!

  2. Michelangelo adorato…Ti abbiamo aspettato tanto…Finalmente sei arrivato a scaldare i nostri cuori con la tua meravigliosa presenza!!!Che felicità!!!Un abbraccio grandissimo a te, ai tuoi fratellini e ai tuoi genitori!A presto!Aurora

  3. Ciao Michelangelo ti voglio tanto bene!
    Sei l’esempio vivente che i miracoli esistono, che l’amore e la tenacia vincono sull’egoismo e sul pregiudizio! ‘Core de zia’ e con te! Bentornata sul blog Luisa!

    1. Come direbbe il mio fratellone: “Ah, zi’!”
      Grazie per essere stata presente il giorno della mia nascita e vicina alla mamma i giorni successivi e… per tutto (compreso il trio viola :-D)!

  4. É per te che sono verdi gli alberi
    e rosa i fiocchi in maternità
    è per te cheilsole brucia a luglio
    ë per te tutta questa cittá
    é per te che sono bianchi i muri
    e la colomba vola
    é per te il13 dicembre
    é per te la campanella a scuola
    é perte ogni cosa che c’é ninna na ninna e
    é per te che a volte piove a giugno
    é per te il sorriso degli umani
    é per te un’aranciata fresca
    è per te lo scodinzolo dei cani
    é per te il colore delle foglie
    la forma strana delle nuvole
    é per te il succo delle mele
    è per teilrossodelle fragole
    é per te ogni cosa che c’é ninna na ninna e
    é per te il profumo delle stelle
    é perte il miele e la farina
    é per te il sabato nel centro
    le otto di mattina
    é per te la voce dei cantanti
    la penna dei poeti
    é perte una maglietta a righe
    é per te la chiave dei segreti
    é per. Te ogni cosa che c’é ninna na ninna e
    é per te il dubbio e la certezza
    la forza e la dolcezza
    é per te che il mare sa di sale
    é per te la notte di Natale
    é perte ogni cosa he c’é
    ninna na ninna e!

    Finalmente Luisa fra noi…..che piacere!
    Finalmente il nostro piccolo lottatore per cui abbiamo tutti tanto pregato é tornato a casa!
    Finalmente la famiglia riunita!
    Con tutto il mio affetto un abbraccio forte e un forte in bocca al lupo.
    Vi voglio un mondo di bene

    1. Cara Anna,
      anche se distante fisicamente, sei sempre stata presente con messaggi, chiamate, e “rispetto di noi” (che non guasta mai)… mi piacerebbe tu venissi finalmente a Perugia per conoscermi e stare con la mia mamma… ti vuole tanto bene!
      Consideralo un invito ufficiale!

  5. Ciao Michelangelo, che gioia le tue parole e il tuo ritorno a casa!!!!! Anche io sono tra quelle “zie” che hanno pregato per te e per i tuoi genitori!!! In questo mese di maggio ancor più Maria ti starà vicino.Grazie per l’affetto che mi dimostri. Un grande abbraccio a te e ai tuoi. Rita

  6. Ciao Michelangelo, ben arrivato in questo mondo, iniziato subito con difficili salite, ma spero che da ora in avanti sia una strada tutta in piano e che il Signore vegli su di te e tutta la famiglia. Un bacio con tanto affetto.

  7. Ben arrivato piccolino… stringerti tra le braccia è stato un momento bellissimo… Sei la Grazia di Dio. Grazie e brava Lu per aver ricominciato alla grande. Un abbraccio grande. TVB.

    1. Annalelsaaaaaaaa!
      (Come ti chiamano i miei fratelli)
      Grazie perché sei stata, come sempre, provvidenziale in tante situazioni con le tue infinite doti…
      Infermiera, baby sitter, autista, dog sitter, confidente…
      Ma, soprattutto, amica carissima e insostituibile della mia mamma…
      TVB

  8. È stata una gioia immensa avervi imcontrato anche per poco a me e Mariastella ci avete donato forza e gioia abbiamo condiviso momenti belli e brutti, ora dal cielo Mariastella vi proteggerà il vostro angelo grazie. .

    1. Carissima Maria,
      quello che ha legato te e la mamma, me e Mariastella è stato fortissimo e immediato fin dal primo istante… una sensazione indescrivibile, un’emozione irripetibile che ancora io e la mamma ci portiamo dentro…
      Certi legami, che il Signore vuole, sono destinati a non finire mai, come il tuo col tuo angioletto che veglia su tutti noi e ci protegge.
      Grazie Maria, grazie Mariastella: se alzo gli occhi al Cielo, vedo te e la mia nonnina che “lavorate” per noi…
      Dio vi benedica sempre!

  9. Aho’, sent’me freghino adorato, penso che n’tla mi vita, n’ho mai pregato tanto,perche’ tu la tu mamma,l’tu babo e i tu fratelli, potessero n’contratte,e vede’ quanto s’è bellino. L’Signore e la nostra Mamma Celeste, n’hanno chiuso l’core e le recchie, a le mi suppliche e a quelle de quanti ho fatto prega’ per te, c’era n’antra grande donna che da lassu’ ha fatto tanto perché tu oggi stessi con noi quaggiu’, la tu nonna Novella. Adesso, n’consiglio, te l’vojo proprio da’, da lottatore che s’è, pija n’mano la tu vita e fanne n’capolavoro. N’bacio grosso, Sergio.

    1. Caro prozio (o quil che se’, boh, cugino de la mia mamma…), se’ fantastico!
      Adoro ‘lperugino, ‘a capitale m’ha già stufato, ce so’ argito anch’oggi…
      Grazie pe’ ‘ste parole: profonde e simpatiche… la mi’ mamma sta’ a piagne de gioia e de commozione…
      E ‘lso che la mi’ nonna è grande… pensa che quando frigno la mi’ mamma me porta sotto a la su’ foto e smetto… Altro che grazie Roma… grazie NONNA!

      ‘L capolavoro lo po’ fa solo Gesù, ma diria che se sta’ ‘mpegna 😉
      E anch’tu con tutte ‘ste preghiere! Grazie!

  10. Cara luly per quanto è grande il miracolo sono riuscita a rispondere, ma non si può fare a meno per questo meraviglioso evento così unico.Ve lo siete meritato tutto, condivido la risposta di sisterina sull’importanza ed il credercifino in fondo su valori e miracoli. Ke altro dire partecipo con cuore alla vostra gioia e spero di vederti presto. Ciaooooo amica mia.

  11. Difficilmente mi unisco ai cori di gioia per la nascita di qualcuno (per motivi personali) ma stavolta devo dire davvero “benvenuto Michelangelo” che hai già dimostrato di saper vincere.
    Avanti Luisa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *